martedì 7 febbraio 2012

Panada asseminesa

Panada di carne di agnello
 
ingredienti sfoglia:
semola 50%
farina 50%
strutto 10%
acqua 40-45%
sale 3%

si lavora il tutto fino ad ottenere una pasta soda e liscia, la consistenza deve essere molto soda perchè la pasta lavorata a mò di contenitore deve restare "in piedi" da sola, nel contempo deve essere malleabile.

ingredienti ripieno:
carne di agnello (o pecora giovane) 

patate o piselli
pomodori secchi
prezzemolo
aglio
sale pepe
olio



Si prepara una sfoglia di pasta abbastanza spessa circa 3-4 mm , si taglia un disco di circa 30 cm, si spolverizza sul fondo prezzemolo,aglio,pomodori secchi,sale pepe.
si mette su questi aromi un letto di patate (crude) tagliate a rondelle abbastanza spesse, sul letto di patate si dispongono i pezzi di carne, si spolverizza nuovamente con gli aromi , olio di oliva e un goccio di acqua.
si sollevano i bordi facendo una serie di pieghe sulla sfoglia fino ad ottenere una forma di teglia. si taglia ora un disco più piccolo di circa 10-12 cm si mette a coperchio e si saldano i due lembi di pasta.
ora viene il bello......
la chiusura a cordoncino....è inutile che ve lo spieghi....... non ho ancora imparato a farlo

la panada è pronta, si inforna in forno già caldo circa 220 °C per un'ora,
si tratta come il pane infatti viene messa sul refrattario anche se qualcuno la cuoce nello stampo ......non è la stessa cosa. trascorsa l'ora di cottura per verificare la giusta cottura , si prende la panada (proteggersi con un tovagliolo) con le mani si da uno scossone, se il contenuto si muove liberamente è cotta, se no si rimette in forno ancora una decina di minuti, non di più perchè potrebbe asciugarsi troppo.








5 commenti:

bruna ha detto...

Meravigliose!!!

Simona Mastantuono ha detto...

che ricetta splendida e ho appenoa iniziato aleggere ti seguo simmy

afabica ha detto...

non solo meravigliose!!!
sono ottime da gustare!!!

Rossanina ha detto...

Mamma mia!!! Ora me la sogno di notte!!! Che spettacolo!!! GRAZIE!

Any ha detto...

Che meraviglia! Brava!