venerdì 29 aprile 2022

Erbazzone a modo mio

 Erbazzone a modo mio






sfoglia
200 g di semola
100 g di farina
150 ml di acqua
olio evo q.b.
sale q.b.
ripieno
un mazzo di bietole del mio orto
una cipolla rossa
tre fette di speck tagliate a listarelle
1 peperoncino
60 g di parmigiano (o più)
Fare la sfoglia impastando gli ingredienti, avvolgere la pasta in un foglio di carta forno e lasciare riposare.
Lessare le bietole a vapore in pentola a pressione 1 minuto, strizzare bene e fare freddare, tagliuzzare a coltello.
Tagliare a listelli la cipolla e metterla a soffriggere in olio evo con peperoncino e le listerelle di speck, aggiungere le bietole e far andare per un paio di minuti, una volta fredda aggiungere  due uova, il parmigiano e aggiustare di sale se necessario. 
Dividere in due la pasta e stendere la sfoglia una per il fondo e una per la copertura. Foderare uno stampo con carta forno ,mettere la sfoglia sul fondo dello stampo, versare l'impasto livellando bene. Coprire con la seconda sfoglia, tagliare l'eccedenza con i bordi dello stampo, fare alcune incisioni con la punta del coltello. Infornare in forno già caldo e cuocere a 200°C per circa 40-50 minuti, è pronta quando comincia a colorare.








sabato 16 aprile 2022

Amaretos a triballadura

 Amaretos a triballadura (amaretti lavorati) di Bolotana



1 kg di mandorle dolci

200 g di mandorle amare

1 kg di zucchero semolato

15 albumi

scorza di limone q.b.

Le mandorle dovrebbero essere sbucciate, asciugate molto bene, tostate e macinate con apposito macinino.

Montare a neve fermissima gli albumi con lo zucchero semolato. Aggiungere la scorza di limone e le mandorle trattate come prima detto. mescolare bene. Su una teglia depositare una quantità idonea di impasto a piccoli mucchietti , ho usato due cucchiai cercando di fare la forma delle quenelle (la prossima volta utilizzo la sac a poche). Infornare in forno già caldo a 170 °C per circa 25-30 minuti dipende dal forno.

venerdì 15 aprile 2022

Pastiera senza lattosio

 Pastiera senza lattosio





Per il guscio: ingredienti per due stampi da 16-18 cm

250 farina
150 g zucchero a velo
100 g di strutto 
1/2 lievito per torte
1 uovo + un tuorlo
scorza di limone
impastare il tutto in un mixer, fare una palla, avvolgere con carta forno e mettere in frigo fino all'utilizzo.
Per il ripieno:
125 g di riso carnaroli
500 ml di latte S.L.
due pezzi di cannella
50 g di burro S.L.
due cucchiai di zucchero tolti dai 200 g totali
250 g di ricotta  S.L. senza lattosio
200 g di zucchero meno due cucchiai utilizzati prima
scorza di un limone e di un arancia
2 tuorli grandi + due albumi montati a neve
10 gocce di acqua fior di arancio
scorza di arancio candita q.b.

Cuocere il riso fino ad assorbimento totale del latte.
Mettere in una terrina la ricotta, lo zucchero, la scorza degli agrumi, due tuorli, aggiungere il riso cotto freddo, montare i due albumi e aggiungerli al ripieno. io l'ho tenuto in frigo per tutta la notte.
Stendere un pezzo di sfoglia e fare le sette canoniche strisce di guarnizione e mettere da parte,
Ungere leggermente gli stampi da pastiera 16 cm, stendere la sfoglia e rivestire lo stampo, bucherellare il fondo, versare metà impasto del ripieno, mettere le strisce.
Infornare in forno già caldo a 240 °C, abbassare la temperatura a 180°C e far cuocere per circa 60 minuti o più, le strisce e la superficie devono dorare.