lunedì 30 settembre 2013

Torta delizia



Questa torta assume un nome diverso a seconda della località in cui viene fatta. per esempio la stessa torta è chiamata Torta paradiso da Maria Grammatico secondo la sua tradizione, la ricetta si trova   alla pag.128 del suo libro "Mandorle amare". Io l'ho copiata dal blog della Bionda del mio cuore, la quale me l'ha descritta come una torta molto versatile nel suo utilizzo, nel senso che è ideale per tante occasioni e, non meno importante,  essendo una torta da credenza si presta ad essere preparata in anticipo per averla sempre pronta per le occasioni improvvise.
Ecco la ricetta della Bionda che comunque si differenzia da quella di Maria Grammatico per via del diverso tipo di liquore per bagnare il PDS e aromatizzare la farcia. Possono essere fatte anche monoporzione tagliando il pan di Spagna con dei coppapasta tondi o rettangolari , farcendole e decorandole singolarmente.

Ingredienti per una torta da 26 cm.

Pan di Spagna classico da 26 cm tagliato in due
Farcia:
400 g di zucchero semolato
400 g di mandorle macinate
3 uova
1 cucchiaio di liquore al gusto amaretto
scorza di una arancia
Dividere la farcia in due parti una per farcire il pan di Spagna e una parte da allungare con uno-due cucchiai di liquore sempre all'amaretto.
Bagna:
Fare uno sciroppo  con 200g di zucchero semolato e 200 g di acqua, quando tiepido aggiungere 100 ml di liquore al gusto amaretto.

Tagliare il Pan di Spagan in due , bagnare con la bagna al gusto amaretto il disco base, stendere sulla superficie una parte di farcia e coprire con il secondo disco di PDS bagnato con la stessa bagna all'amaretto.
Mettere la seconda parte di farcia dentro una sac a poche con beccuccio rigato a stella e distribuirlo sulla superficie e sui bordi  della torta in modo che rimangano ben visibili le rigature lasciate dal beccuccio. Si può utilizzare anche la boccheta rigata per la decorazione a canestro.
 Mettere la torta a riposare in frigorifero per almeno 24 ore.
Dopo il riposo accendere il forno e infornare la torta a 200 °C per circa 15 minuti fino a doratura.
La torta così preparata si conserva fuori dal frigo per diversi giorni quindi è una torta comoda da preparare in anticipo.

1 commento:

Stefania ha detto...

È una torta che ho mangiato tantissimo tempo fa, e non avevo idea di come si facesse la farcia di mandorle. Scusa, ma 4000 gr di mandorle non sono forse un pò troppe? Probabilmente mi sbaglio; vorrei rifarla per il compleanno di mio figlio: ti ringrazio tanto