domenica 4 marzo 2012

Para fritus

ho fatto i frati fritti chiamati da noi "paras frittus", la ricetta è quella classica che si fa da noi , la modifica che ho fatto su consiglio dell'addetta del mulino dove vado a rifornirmi è stata quella di usare solo manitoba e ho lasciato invariati tutti gli altri ingredienti.
il risultato è stato strabiliante, meglio della pasticceria dove utilizzano tanti corretori e rinforzatori, con in più il gusto degli aromi "veri".
ho impastato
zucchero 150 g,
 4 uova,
farina manitoba 1 kg,
 strutto 150,
lievito di birra 70 g,
latte 250 ml,
scorza d'arancio e limone,
ucco d'arancio, un bicchierino di acquavite o altro alcool in genere.

impasto che lascio a lievitare circa un'ora coperto e in luogo tiepido.


Immagine
ho fatto le palline aiutandomi con un cucchiaio
Immagine
le ho infarinate
Immagine
le ho messe a lievitare per circa un'ora coperte da una tovaglietta e da una coperta




poi le ho fritte in abbondante olio caldo



le ho asciugate dall'olio sulla carta




le ho roteate sullo zucchero semolato ed ecco pronte

2 commenti:

PaolaFaby ha detto...

belle !!! *____* sembrano le zeppole ma senza patate !! ma dopo la lievitazione li buchi tu al centro ??? o come si fa ??? O.o P.s. Ti seguo !!! :) belle ricette !!! ;)

afabica ha detto...

prima della lievitazione si puo fare un piccolo incavo là dove poco prima di friggere si allargherà per fare il buco.altrimenti si fa direttamente prima di immergerli nell'olio. questi sono due sistemi , ognuno ha il suo, quindi ci sono molti modi di fare anche diversi.